Siamo tutti marketer | We are all marketer Fabrizio Faraco

The Brand is not a strategy, but what you are. Brand starts in the recruitment process. Your people are your brand. Your Brand experience is defined in the moments customers interact with your own employees. Companies run by empathic communicative teams create the most enduring experiences. Your organizational culture is your destiny: how you treat your own employees shapes Brand experience. Companies that empower employees and create empathic cultures create positive experience. Toxic cultures produce toxic brand.

Source: www.fabriziofaraco.it

In Connection Economy everyone is a marketer by definition. Everyone has its own network (even TV network with the emergence of personal streaming app like Periscope) and talks about your brand every day. Your story, maybe built by your agency or related to your advertising, is just one of those stories about your brand, often the least important. Your company people are also marketer, often the most important one.

See on Scoop.itH2H Marketing

Siamo tutti marketer | We are all marketer Fabrizio Faraco

Siamo marketer per definizione Ognuno conversa ogni giorno sui marchi nel suo network We are marketer by definition we talk about brand in our network daily

Source: www.fabriziofaraco.it

Il Brand non è una strategia, ma ciò che sei. Il brand inizia quindi dal processo di selezione del personale: il tuo personale è il tuo brand. La tua esperienza di brand viene definita nel momento in cui i consumatori interagiscono con il tuo personale. Le aziende gestite da team empatici e comunicativi sono quelle che costruiscono le esperienze con i consumatori più durature. La tua cultura organizzativa è il tuo destino: come tratti il tuo personale definisce la tua brand experience. Culture tossiche producono brand tossici.

See on Scoop.itH2H Marketing

Content Marketing Guide to Generating 1000’s of Visitors

Learn how to create an effective content marketing strategy & how top companies are generating thousands of visitors from blogging & content.

Source: www.smallbusinessideasblog.com

According to Content Marketing Institute, only 35% of organizations have a documented content strategy. Out of those with a documented strategy, 60% say that their organization is effective versus 32% with only a verbal strategy and 7% for organizations with no content strategy.

See on Scoop.itH2H Marketing

Let’s dance – complessi da ballo dagli anni ’70 fino a oggi

Fabrizio Faraco:

Musica popolare

Originally posted on ...e se vado in svezia?:

imagesI complessi da ballo “Dansband” sono un fenomeno molto sentito nella cultura popolare svedese. Non sono semplici complessi musicali che accompagnano le coppie danzanti. Sono molto di più, è quasi una religione.

Nascevano circa sessanta anni fa come semplici orchestrine locali, che facevano ballare i giovani il sabato sera. Suonavano musica ispirata dallo swing, dal country e dal genere “schlager” (letteralmente battito o colpo, usato per descrivere una canzonetta di successo) contaminati dalla canzone tradizionale svedese. Negli anni settanta ci fu il grande boom e lo stile musicale dei “Dansband” divenne un genere vero e proprio: la “dansbandsmusik”. Per distinguersi nel mercato ci si inventava dei look personali: pettinature, vestiti, nomi e mascotte. Gli strumenti del gruppo erano la chitarra elettrica, il basso, la “keyboard” (pianola) e la batteria. Alcuni complessi aggiunsero il sassofono, la fisarmonica e, in qualche caso, la tromba.

View original 592 more words